Géraldine Fasnacht
EN / DE / FR / IT
watch story
Geraldine Fasnacht
Sfuggita alla valanga

Come freerider e lanciatrice con tuta alare, Géraldine sa cosa significa il rischio. Ma dato che questo è anche il suo mestiere, sa come affrontarlo in modo professionale. Géraldine è famosa per la pianificazione estremamente professionale e meticolosa, che a volte dura persino giorni o settimane intere. Finora era sempre riuscita a valutare correttamente il pericolo e a ridurre i rischi residui, fino al aprile del 2014, quando una valanga l'ha sorpresa e non ha avuto modo di evitarla...

Un angelo custode con l'airbag

"Stavamo facendo delle riprese nelle mie montagne di Verbier, dove conosco ogni canalone a menadito. Le prime due discese erano perfette, e dato che le condizioni erano ancora buone, ho provato una terza volta. I preparativi hanno richiesto un po' di tempo, e quando sono partita ho notato che il manto di neve era cambiato in pochissimo tempo. Ma a quel punto era già troppo tardi: un banco di neve si è staccato e la valanga è venuta giù con tutta la sua forza. "Sono stata investita e ho capito che non potevo fare nulla per uscirne. Allora, per la prima volta in 15 anni di pratica da professionista, ho tirato l'airbag. Mi sono sentita come se qualcuno mi prendesse dalle spalle e mi tirasse verso l'alto. Era il mio angelo custode: il mio TwinBag ABS."

Geraldine Fasnacht
Chi è

Cresciuta a Losanna in una famiglia appassionata di montagna, Géraldine ha iniziato a sciare a due anni e a 14 anni già scendeva con lo snowboard lungo i canaloni più difficili della zona. A 20 anni era una delle più famose campionesse di snowboard estremo al mondo, dopo aver vinto tre volte il Verbier Xtreme e due volte una tappa del Freeride World Tour, oltre ad essere salita molte altre volte sul podio. D'estate da molti anni si lancia con la tuta alare in tutto il mondo. In totale, Géraldine passa circa 250 giorni l'anno in montagna.